Una Blockchain è una rete peer-to-peer completamente distribuita che usa la crittografia per ospitare in modo sicuro applicazioni, dati e strumenti digitali di valore.

Da molti erroneamente descritta come un database, una blockchain è invece una sorta di libro mastro (ledger) che registra al suo interno tutte le transazioni che avvengo nella rete.

La differenza con un comune database dove i dati possono essere inseriti, modificati o cancellati sta nel fatto che le transazioni una volta eseguite con il consenso della rete, sono scritte sulla blockchain e inserite in tutti i nodi della rete.

Ogni nodo ha quindi una copia di tutte le transazioni eseguite per cui risulta impossibile modificare quella transazione in milioni di nodi. I dati della blockchain sono divisi in blocchi, il primo blocco della catena, viene chiamato genesi.

Ogni blocco, ha al suo interno un Timestamp che è un marcatore temporale, un hash che identifica il blocco in modo univoco e che permette il collegamento con il blocco precedente e le transazioni eseguite nel blocco stesso.

Le transazioni, prima di essere inserite nel blocco, devono essere approvate dalla rete con un consenso distribuito chiamato prof of work che possiamo considerare come una sorta di puzzle crittografico.

Il nodo che riuscirà a risolvere il calcolo e verificare quindi la transazione, riceverà una ricompensa. Una volta che la transazione viene approvata, verrà archiviata su tutti i nodi della blockchain.

Nei prossimi articoli ci occuperemo della blockchain di Ethereum che permette di creare applicazioni chiamate smart contract, e cercheremo passo dopo passo di creare il nostro primo smart contract.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You may also like