In questa serie di articoli, cercherò di descrivere il mondo delle opzioni chiamate vanilla, da non confondere con le opzioni binarie che dal mio punto di vista sono un vero e proprio gioco di azzardo. Le opzioni che andremo a descrivere, per definizione, sono dei contratti finanziari derivati che attribuiscono all’acquirente il diritto, ma non l’obbligo, di acquistare (in questo caso parliamo di opzione CALL) o di vendere (in questo caso parliamo di opzione PUT), un sottostante determinato (azione, indice, valuta, commodity etc.) ad un prezzo prefissato stabiito dal PREZZO D’ESERCIZIO o STRIKE PRICE contro il pagamento di un premio.

Immaginiamo di comperare 100 azioni che valgono in questo momento 10 euro, dovremo investire in tutto 1000 Euro. Se nel lasso di tempo che teniamo i nostri titoli incrementano il valore di 2 euro, rivendendoli, ricaveremmo 1200 euro guadagnando 200 euro con un profitto di (200/1000)*100 =20%.

Immaginiamo invece di comperare una opzione che ci dà il diritto (ma non il dovere) di comperare le nostre 100 azioni a 10 euro entro un tempo definito dalla scadenza della stessa. La nostra opzione costa 1 euro, quindi visto che la maggior parte dei contratti è formata da lotti di 100 azioni (non tutti, è bene informarsi prima), spenderemo per il nostro trade 100 euro. immaginiamo sempre che alla scadenza (o anche prima) la nostra azione incrementi il proprio valore sempre di 2 euro e di conseguenza il valore della opzione comperata salga a 3 euro, vendendola e guadagnando sempre 200 euro, il nostro profitto, sarà (200/100)*100=200%.

Immaginiamo invece che in questo lasso di tempo il sottostante (la azione che abbiamo comperato), decrementi il proprio valore di 2 euro, rivendendo l’azione, la perdita sarà di 200 euro, mentre lasciando scadere l’opzione visto che non è conveniente esercitarla, la nostra perdita si limiterà al premio che abbiamo pagato per la nostra opzione, ossia 100 euro.

Come è possibile vedere dal grafico sottostante :

 

In un titolo azionario, abbiamo una perdita o un profitto lineare dipendenti dal fatto che il prezzo cresca o cali.

Nella opzione call che ci dà il diritto di comprare il titolo invece :

la perdita è limitata al prezzo che paghiamo per aggiudicarci il contratto, mentre il profitto è virtualmente illimitato con il crescere del valore.

Così come nella opzione put che ci dà il diritto di vendere il titolo :

la perdita è limitata al prezzo che paghiamo il contratto, mentre il profitto è limitato al valore che può perdere il titolo.

Nel prossimo articolo, inizieremo a conoscere più a fondo le caratteristiche di queste opzioni.

Un Saluto

2 thoughts on “TRADING RELAX : PARLIAMO DI OPZIONI parte 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You may also like