Nel primo e secondo articolo abbiamo introdotto le caratteristiche base delle opzioni. A cominciare da questo articolo invece cercheremo di entrare nei dettagli di questo magnifico strumento ed introdurremo le Greche, che altro non sono che delle variabili che ci permettono di controllare il comportamento delle nostre strategie, al variare di alcune condizioni del sottostante su cui abbiamo costruito la strategia stessa.

Le greche sono 5 e le andremo a descrivere nel dettaglio una alla volta.

  • DELTA

Il delta indica il comportamento dell’opzione al variare del sottostante di una unità. Non è chiaramente lo stesso per tutte le opzioni ed è influenzato dal tipo di opzione, dalla scadenza ecc. Il suo valore, per le call può andare da 0 a 1, mentre per le put da 0 a -1. Supponiamo di aver acquistato una call ad un prezzo di 2 dollari derivata da un sottostante che vale 50 dollari con un delta che vale +0.50, se nel tempo il sottostante cresce di valore e supponiamo valga 51, la nostra call salirà ad un prezzo di 2,50 dollari. Se invece il sottostante dovesse scendere a 49 dollari, il valore della nostra call scenderà a 1,50. Effetto contrario avremo per le put che avranno un delta iniziale di -0.50, quindi con l’incremento del valore del sottostante di un dollaro il valore della put diventerà 1,50 mentre con lo scendere a 49 dollari il valore della put sarà di 2,50.

  • GAMMA

Il gamma descrive la variazione del valore del delta al variare delle condizioni del sottostante. Tornando quindi all’esempio precedente, supponiamo che il gamma della nostra opzione call abbia un valore di 0,05, al raggiungimento di 51 dollari del sottostante il delta modificherà il suo valore in 0,50+0,05=0,55. Al contrario nel caso di prezzo a 49 dollari, avremo il delta 0,50-0,05=0,45. Nel caso di una put, il nostro ragionamento sarà contrario, con sottostante a 51 dollari il delta diventerà 0,45 e a 49 dollari delta a 0,55.

  • VEGA

Il vega indica la variazione del prezzo dell’opzione al variare di un punto percentuale della volatilità implicita. In valore il ragionamento è lo stesso dei precedenti, con l’incremento di 1 punto di volatilità implicita il prezzo della call aumenta del valore del vega mentre quello della put diminuisce, mentre con la diminuzione dello stesso punto di volatilità implicita, il valore della call diminuisce e quello della put aumenta.

  • THETA

Il theta, indica il decremento del valore dell’opzione al passare del tempo e all’avvicinarsi quindi a scadenza. E’ negativo per le strategie con opzioni comprate e positivo per quelle in cui si vendono le opzioni.

  • RHO

Il rho indica la variazione del valore delle opzioni al variare dei tassi di interesse. Come sempre all’aumentare dei tassi di interesse aumenta il valore delle call comprate e diminuisce quello delle put.

Un saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You may also like