In questa nuova serie di articoli di descrizione delle librerie di python, inizieremo a conoscere una di quelle maggiormente usate nell’ecosistema python e che ci aiuterà moltissimo nella manipolazione dei dati. Pandas è una libreria per la manipolazione di dati in formato sequenziale o tabellare, quali serie temporali o timeseries. Le sue caratteristiche principali, sono:

  • Caricamento e salvataggio di formati standard per dati tabellari, quali CSV , file Excel e formati per database
  • Semplicità nella esecuzione di operazioni di indicizzazione e aggregazione di dati
  • Semplicità nella esecuzione di operazioni numeriche e statistiche
  • Semplicità nella visualizzazione dei risultati delle operazioni

In questo primo articolo scopriremo le series che altro non sono che strutture dati a una dimensione (simili ad array o a dizionari) che però hanno un indice per ogni valore. Iniziamo a vedere qualche esempio. Per prima cosa importiamo le nostre librerie :

quindi creiamo dei dati che ci serviranno per le series :

ora creiamo con la lista la prima series :

notiamo come il dato passato dalla lista risulta come elemento della series mentre l’indice è stato creato dalla series stessa a partire da 0. Ora aggiungiamo le lettere come indice :

creiamo una series a partire da un array :

e notiamo che funziona esattamente come una lista : aggiungiamo le lettere come indice :

creiamo infine una series derivata da un dizionario :

e notiamo come le chiavi diventino gli indici e i valori i dati. Nel prossimo articolo su pandas, faremo conoscenza con i dataframe.

Un saluto

5 thoughts on “PYTHON PER LA FINANZA : LA LIBRERIA PANDAS parte 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

You may also like